LE PIANTE ADATTOGENE, RIMEDI MEDICINALI DELLA RESISTENZA, DELL’ENERGIA E DEL BUON UMORE.

“Panta rei”,
tutto scorre…

Inizio così, con questo celebre aforisma preso in prestito dal filosofo greco Eraclito, o se preferite mi riferisco alla canzone di Gabbani, poco cambia.

C’è da chiedersi, Tutto scorre? Magari! …mi sembra quasi di sentirvi esclamare!!!

L’unica certezza è che questo 2020 finalmente scorrerà via!

Affrontare le sfide della vita o semplicemente il cambio stagione, quest’anno è ancor più arduo che negli anni passati!

L’integrazione di piante ADATTOGENE ci possono tendere una grande mano! Nel cambio stagione sono un vero toccasana che consiglio a tutti! In questo duro anno ancora di più. Sono rimedi noti, impiegati da migliaia di anni per supportare il benessere a 360 gradi, non a caso sono considerati “ tonici superiori”.

Vi spiegherò nelle prossime righe il perché!

> Quali sono le piante Adattogene e perché si definiscono così?

Sono felice di potervi scrivere di questa particolare categoria di piante medicinali delle quali avrete sentito nominare poche volte perché conosciute singolarmente con altri nomi; annoverate tra le piante Adattogene infatti ne troviamo molte, vi scriverò qui di seguito le più utilizzate, date un’occhiata e vedete quante tra queste ne riconoscerete?

>>> Eleuterococco, Andrographis, Astragalo, Maca, Guaranà, Ginseng,  Echinacea, Schisandra, Damiana, Withania, Rhodiola Rosea, Griffonia …

“Le piante adattogene aumentano la capacità dell’organismo di adattarsi e contrastare i fattori avversi, che siano ambientali, fisici o chimici, migliorando e permettendo all’organismo di accrescere la nostra resistenza allo stress”.

> Perché vi consiglio proprio le piante Adattogene nei cambi stagione?

…si sa, la luce solare  – è stato provato – è benefica per il benessere del nostro corpo e della nostra mente, in termini di PRODUZIONE di vitamine ma anche in termini di REGOLAZIONE DI ORMONI ed UMORE.

Non a caso il SAD (Season affective Disorder), il disturbo affettivo stagionale, o “depressione d’Inverno”, colpisce le donne più degli uomini, e tende a comparire durante il periodo autunnale/invernale per scomparire poi durante la bella stagione; ufficialmente riconosciuta negli anni 80, il SAD, il disturbo del tono dell’umore, ha all’origine cause oggettive, tra cui uno squilibrio biochimico nel cervello causato da ore diurne più brevi e meno luce solare in inverno.

La luce che colpisce alcune regioni cerebrali, come ipotalamo, che regola la produzione di serotonina, cortisolo, ed epifisi, influisce anche sul ritmo circadiano, cioè il ciclo biologico del nostro organismo giornaliero e della regolazione sonno-veglia.

Grazie alla luce solare, il nostro sistema neuroendocrino segue una ciclicità che ci fa sentire bene perché regola in modo costante i meccanismi fisiologici in relazione all’umore, all’appetito, il sonno, e quando nei cambi stagione appunto i tempi della luce si modificano, abbiamo di conseguenza spesso dei cambiamenti destabilizzanti in tutti questi campi.

Anche i cuori più impavidi quest’anno sono stati messi a dura prova da molti fattori, momenti di solitudine, paure, incertezze etc… Dalle temerarie mamme stacanoviste, ai lavoratori più indefessi che hanno continuato a tirare il carretto nonostante le difficoltà, non vorrei proprio che nel cambio stagione, proprio Voi che avete fatto la resistenza fin ora, CEDESTE, non solo per via del cambio di luce, ma per via di altri pesi che si vengono a sommare, come i mille impegni di famiglia, le scuole che riaprono etc.

Ecco che le nostre piante adattogene ci possono aiutare con i loro principi attivi su tutti i fronti:

  • resistenza fisica e mentale
  • supporto del sistema immunitario
  • concentrazione ed energia
  • stabilità dell’umore

In particolare tra le piante sopra citate, Rhodiola Rosea, Griffonia e Withania hanno ancor più un valore straordinario! Sono piante che stimolano il nostro benessere mentale aumentando la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore.

L’assunzione di queste piante medicinali creano un terreno fertile per gettare delle basi di armonia e tranquillità.

Sono rimedi ben tollerati che si possono e si dovrebbero prendere per periodi prolungati affinché il trattamento abbia dei buoni risultati ed esplichi tutte le sue potenzialità.

> Consiglio almeno un mese di assunzione quotidiana in linea di massima, che si potrà protrarre per anche due tre mesi; personalizzare il trattamento con una consulenza è sempre il metodo più appropriato, infatti a questi rimedi di base, si possono associare tranquillamente altri integratori nei casi in cui ci si trovasse in una fase emotiva di difficoltà o particolarmente stressante.

  • Vi consiglio come rimedio Rodiola Rosea, detta anche Ginseng Siberiano, se siete tra quelle persone che hanno poca energia, tendenzialmente con pressione bassa e non reggete bene la fatica; la mattina è il momento più indicato per assumerla perchè regala energia, sconsigliata la sera per via dell’effetto energetico, sempre moderato, sicuramente più calibrato e soft del cugino Ginseng.
  • Withania Somnifera e Griffonia sono i rimedi più indicati per chi afflitto da tanti incarichi va in ansia o può avere l’umore ballerino, a volte giù, a volte troppo su, può reagire in maniera esagerata, e talune volte manifesta sbalzi di pressione e picchi momentanei; iperattivo di natura o per forza, potrebbe fare i conti con un sonno poco ristoratore, fatto di risvegli notturni e mattine iniziate con tanta stanchezza. Questi rimedi massimizzano la loro efficacia se assunti tra le 4 e le 5 del pomeriggio, momento in cui il nostro corpo è più attivo nel recepire questi principi attivi e badate bene, nonostante migliorino la qualità del sonno, se assunti in orari diurni non creano affatto sonnolenza durante la giornata.

Vietato abbattersi, TUTTO SCORRE… o lo faremo scorrere noi in una qualche maniera, magari con l’aiuto di una amica…adattogena.

Per una la personalizzazione del consiglio potete sempre contattarci scrivendo sui social o telefonicamente allo 0497991284.

×